PROSPETTIVE. NON TRADIRE LA FIDUCIA PER USCIRE DALLA CRISI

Il_Centro

Caro Direttore, credo ci sia una sola strada per uscire da questa crisi, e questa strada ha un solo nome:  si chiama fiducia. Ogni giorno, per andare avanti, ci fidiamo di qualcosa e di qualcuno. Facciamo tanti atti di fede confidando di non essere traditi. Qualche rapido esempio. Quando leggo il suo giornale ho fiducia in Lei e nei suoi collaboratori perché credo che cerchino di raccontarci la verità dei fatti, e ho fiducia anche che, se errore dovesse verificarsi, sia stato commesso appunto in buona fede. Quando pranzo fuori casa, confido nel ristoratore, sperando che selezioni ingredienti di qualità che non danneggino la mia salute. Quando mi sono sposato ho riposto fiducia in una persona e su questa base ho costruito una famiglia. È quindi evidente che la società si regge sulla fiducia, senza di questa, crolla. Ed è proprio quello che sta accadendo in questo preciso momento storico. Nessuno di fida di nessuno, viviamo nello scetticismo. In questo senso la politica rappresenta forse la massima espressione della sfiducia collettiva in una classe dirigente ritenuta non degna della fiducia accordata ( salvo eccezioni ). Paradossalmente, il non voto degli elettori che alle urne non ci vanno più   è l’espressione più evidente di un grande voto di sfiducia verso i candidati. Ma da questa spirale come se ne esce ? Credo in solo modo. Non tradendo chi ripone la fiducia in noi. Che non significherà non sbagliare mai, ma avere sempre il coraggio di rettificare in caso di errore per ricominciare meglio di prima guadagnando così ancor più fiducia. Chi è pronto a cogliere personalmente questa sfida per ricostruire la fiducia e quindi anche in nostro Paese ?

 Vittorio Gervasi

 

da Il Centro, domenica 19 gennaio,2014, lettere

 

PROSPETTIVE. NON TRADIRE LA FIDUCIA PER USCIRE DALLA CRISIultima modifica: 2014-01-30T23:05:59+01:00da gervasi1
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in Lettere al direttore e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento