RIFLESSIONI DOPO L’ ALLUVIONE. IL FIUME SALINE CHIEDE INUTILMENTE AIUTO

Il_Centro_2013_11_17L’ultima, o meglio l’ennesima esondazione del fiume Saline, per me è l’estremo grido di aiuto che il nostro piccolo e breve d’acqua ci rivolge con disperazione. Ha subito violenze inaudite. La più grave è quella ambientale. Tonnellate su tonnellate di rifiuti tossici dissotterrati lungo le sue sponde, sversamenti lungo tutto il suo corso, materiale di risulta abbandonato ovunque. Una vera discarica a cielo aperto accumulatasi negli anni….tanti anni. E poi, che dire della politica ? Non c’è campagna elettorale degli ultimi tempi nella città che più dovrebbe curarlo – la nostra Montesilvano – che non abbia avuto nei suoi punti programmatici la rivalutazione del Saline. Tanti annunci e altrettanti abbandoni. Tutti a dirgli <<ti amo !>> sapendo già di tradirlo. Ma oramai, quella che poteva essere una risorsa è diventata una minaccia. Una minaccia talmente alta che è diventato anche terreno di esercitazione – appena sei mesi fa – per simulare proprio l’emergenza esondazione. Lui, il fiume Saline, avrà gradito quest’altra “attenzione” ? O forse avrebbe preferito la pulizia del suo letto per far scorrere agevolmente le sue acque ? O il taglio di tutti gli arbusti di troppo che rallentano la sua corsa ? Non è un caso che in questi giorni la potatura l’abbia fatta la natura, disboscando con forza e accatastando alla foce quintali di legname. Amare, curare, rispettare i doni che la natura ci ha affidato non va più di moda. Oramai  di moda vanno le emergenze, reali o simulate che siano, a conferma di quanto siamo consapevoli dei danni prodotti dalla nostra incuria. Ma lui, il nostro fiume Saline, ci ha lanciato in questi giorni l’ultimo, disperato, grido di dolore. Forse ha alzato troppo i toni, ma sapeva di parlare ad un popolo di sordi !

 Vittorio Gervasi  

da Il Centro, domenica 17 novembre 2013, “lettere”

RIFLESSIONI DOPO L’ ALLUVIONE. IL FIUME SALINE CHIEDE INUTILMENTE AIUTOultima modifica: 2013-11-20T18:34:28+01:00da gervasi1
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento