SANTI LAICI E ORDINARI

la_Stampa_2013_11_01.pngRicorre la festa di tutti i Santi.

E’ facile associare l’idea di santità ai grandi nomi che la millenaria storia della Chiesa ci ha consegnato.

E’ più difficile associare l’idea di santità all’ eroismo quotidiano di chi cerca di rendere straordinario l’ordinario, compiendo i suoi piccoli doveri di ogni giorno con esemplarità.

Tanti eroi del quotidiano non saliranno mai agli onori degli altari, ma non per questo sono meno santi. 

I santi esistono anche oggi ed è possibile incrociarli lungo la nostra strada. Per esempio, quando incontri un  malato terminale capace di dare un senso e un valore alla sofferenza, a tal punto che, con la sua forza d’animo arriva a consolare chi va a trovarlo pensando di portare consolazione.

O quando incontri un disoccupato che non si lamenta perché chi è raccomandato ha un lavoro e lui no,  ma nonostante questo si  cerca un’occupazione con la professionalità.

O quando incontri un politico che sa dire di no a proposte irricevibili pronto a lasciare la poltrona pur di non tradire la sua coscienza.

O quando incontri un professore che non passa tutto il  tempo a lamentarsi per la mancanza di mezzi materiali nella sua scuola, ma sa far scoprire ai suoi studenti la gioia di imparare trasformando lo studio in ristoro dell’intelletto.

O quando incontri una madre  capace di portare a termine una gravidanza molto difficile avendo chiaro che il più debole è nel suo grembo e per nulla al mondo vuole approfittare del rapporto di forza.

O quando incontri chi ha sbagliato, anche gravemente, e sa riconoscere il proprio errore e cerca di riparare al danno commesso.

C’è un eroismo del quotidiano che fa impallidire i finti protagonisti della scena mediatica che purtroppo popolano il nostro tempo.

Chi trasforma la prosa quotidiana in poesia, fa della vita umana un cammino di eccellenza.

Questi santi non sembrano essere la maggioranza, o se lo sono, sono talmente silenziosi che non lo sembrano affatto.

Voglio ringraziarli ad uno ad uno, perché dimostrano che la santità  è alla portata di tutti. O meglio, di tutti quelli che credono che il mondo appartiene a chi è più capace di amarlo !


Vittorio Gervasi

 

 

da La Stampa, venerdì 1 novembre 2013, “ l’editoriale dei lettori”

SANTI LAICI E ORDINARIultima modifica: 2013-11-01T07:25:00+01:00da gervasi1
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in Lettere al direttore e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento