MONTESILVANO. QUANTE BANALITA’ SUL RAZZISMO

 

Il_Centro.jpgIl Consiglio comunale di Montesilvano nell’ultima seduta ha approvato una proposta del primo cittadino che prevede l’apposizione di cartelli segnaletici riportanti la dicitura “comune derazzistizzato”. Chi vive a Montesilvano sa bene che convivono pacificamente innumerevoli etnie; si stima che siano quasi cento. Il sottoscritto è un immigrato in questa popolosa cittadina, avendo origini che affondano nel profondo sud italiano. Quando qualcuno mi definisce “terrone” con tono offensivo (a Montesilvano non mi è mai capitato) non penso sia un dramma, penso piuttosto che dica una grossa sciocchezza. Prendere a pretesto ogni accadimento – talvolta anche molto marginale e circoscritto  – per arrivare a discutere nella massima assise cittadina di apporre dei cartelli per riaffermare un principio ampiamente condiviso dalla popolazione, mi sembra profondamente inutile. Discutere dell’ovvio quando le emergenze incalzano, non sembra affatto un buon metodo. Purtroppo, quando la banalità arriva al potere, accade !

 Vittorio Gervasi

 

da Il Centro, mercoledì 30 ottobre 2013, lettere

MONTESILVANO. QUANTE BANALITA’ SUL RAZZISMOultima modifica: 2013-10-30T07:20:00+01:00da gervasi1
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in Lettere al direttore e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento