LO SCONTRO NEL PD PER UN CONGRESSO NON PER LE ELEZIONI

Il_Tempo_10_10_2012.jpgCaro direttore,

Matteo Renzi vuole rottamare la nomenclatura del suo partito. Nichi Vendola vuole rottamare le idee di Renzi. Il Pd dichiara che Renzi gli copia le idee. Comprendiamo che c’è un clima da campagna elettorale, ma avremo mai un leader capace di imporsi per meriti propri più che per demeriti altrui ? La statura di un politico non possiamo sempre misurarla con l’unità di misura che ci offrono i concorrenti !

 

Vittorio Gervasi

 

 RISPONDE MARIO SECHI – DIRETTORE IL TEMPO

 

Caro Vittorio,

la campagna elettorale è una competizione e il confronto-scontro con l’avversario è inevitabile. Ma i politici, anche <<anime>> diverse di uno stesso partito, devono battersi sui programmi, sui progetti e le idee per il partito e per il paese. Basta vedere gli slogan per le primarie: Bersani, il segretario riparte dal distributore di benzina per <<l’Italia prima di tutto>>, Renzi, sindaco rottamatore con <<Adesso>> e poi il governatore della Puglia con <<Oppure Vendola>>. Ecco, nessun filo comune, tre politici, tre stili, tre idee che sembrano per un congresso di partito non per una candidatura. Il programma per l’Italia dov’è ? E quello per l’Europa ? Non pervenuti. Berlusconi ha fatto un passo indietro. Il Pd dovrebbe farlo in avanti.

 

 da Il Tempo, mercoledì 10 ottobre 2012, rubrica “Lettere&Commenti”

 

LO SCONTRO NEL PD PER UN CONGRESSO NON PER LE ELEZIONIultima modifica: 2012-10-10T07:20:00+02:00da gervasi1
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in Lettere al direttore e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento