UNA STERZATA DALLA POLVERINI O NON CI SARA’ FUTURO

Il_Tempo_23_09_2012.JPGCaro direttore,

dalla Polverini al polverone politico alla Regione Lazio il passo è stato breve. Dall’ annuncio delle dimissioni alla riconsegna del mandato il passo sarà  lungo. Ma il cambio di passo che si chiede agli altri bisogna innanzitutto imporlo a se stessi. E se non si è imposto sino ad oggi come potrà  sbocciare domani ? Credo nei miracoli, ma nella corte dei miracoli che popola il Palazzo non credo per niente. Se per rinnovarsi bisogna aspettare il pubblico scandalo, allora dobbiamo soltanto sperare nel ripetersi di scandali in rapida successione. Credo che il peggior furto che viene perpetrato a danno degli elettori sia la sottrazione di speranza che aumenta ogni giorno di più !

Vittorio Gervasi

 

RISPONDE IL DIRETTORE DEL QUOTIDIANO IL TEMPO – MARIO SECHI

 

Caro Vittorio,

la vicenda della Regione Lazio, dove i partiti dissipavano soldi pubblici tra feste e cene a base di ostriche, è insopportabile proprio perché  offende i cittadini, come elettori, traditi da un partito che aveva promesso onestà, e come persone che in un momento di crisi fanno i salti mortali per arrivare a fine mese e far quadrare i conti. La Polverini, tra annunci e smentite di dimissioni, deve chiedere di più al suo Consiglio per una inversione di tendenza dell’ Ente e della politica. O non ci sarà  futuro.

 

 da Il Tempo, domenica 23 settembre 2012, rubrica “Lettere al Direttore”

UNA STERZATA DALLA POLVERINI O NON CI SARA’ FUTUROultima modifica: 2012-09-23T07:20:00+02:00da gervasi1
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in Lettere al direttore e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento