ELEZIONI, REGOLE ANCORA SOSPESE

Il_Centro_03_02_2012.jpgCon quale legge elettorale andremo a votare per eleggere il nuovo Parlamento nel 2013  ? Al momento non è dato saperlo. Certo è che l’attuale sistema – senza espressione delle preferenze – a parole non piace proprio a nessuno, nemmeno agli esponenti di partito, ma nei fatti sembra far comodo un pò a tutti. Se sia meglio avere un Parlamento di designati – come avviene oggi – o un Parlamento di eletti – come molti si augurano per il futuro – non so se sia meglio o peggio. Pro e contro ci sono in entrambi i casi. Certo è, che se a modificare una legge elettorale devono essere coloro che con questa legge sono stati eletti, e che con la nuova andrebbero a rischiare la poltrona, dubito che le modifiche si faranno agevolmente. Ma il vero nodo non è questo, credo piuttosto che sia da ricercare nei partiti. Cosa rappresentano oggi ? E cosa diventeranno in un futuro ormai prossimo ? Con il governo tecnico oggi al comando, si nota ancora di più quanto si siano indeboliti. Allora ci chiediamo cosa e chi intendano rappresentare in un prossimo futuro. Che regole si daranno per ristabilire un clima di fiducia con gli elettori.  Non è facile trovare una risposta. Un tempo ogni partito aveva il suo ideologo che tracciava il solco culturale entro il quale il partito si muoveva. Erano uomini che aiutavano a riflettere, che tracciavano una rotta, che animavano i dibattiti più interessanti  e  aprivano al confronto facendo intravvedere nuovi scenari. Anche queste figure sono state cancellate. Non ci sono più,  non vanno più di moda, o forse – il che è peggio – non se ne avverte più il bisogno. Si preferisce discutere di questioni marginali, trasformando il dibattito in pro o contro qualcuno o qualcosa, prescindendo dalla vera natura dei problemi e dalle questioni decisive. I dibattiti di sostanza non appassionano più, siamo stati abituati ai talk show e alle risse televisive. E allora, torna la domanda: nei partiti e dei partiti, cosa resta  ? E’ legittimo chiederselo e non c’è  da spaventarsi se  non si riesce a trovare facilmente una risposta.

 

Vittorio Gervasi

  

da Il Centro, venerdì 3 febbraio 2012, pagina aperta

 

ELEZIONI, REGOLE ANCORA SOSPESEultima modifica: 2012-02-03T07:20:00+01:00da gervasi1
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in Lettere al direttore e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento