DEMOCRAZIA TROPPO ALL’ITALIANA. Lettera alla Gazzetta del Mezzogiorno

Gazzetta-del_mezzogiorno_02_04_2010.jpg

Spesso torna ad agitarsi il dibattito su quanta autentica democrazia

ci sia ancora in Italia anche a seguito di una legge elettorale che ha abolito le preferenze. Il problema è da ricercare più a monte. Chiediamoci prima

quanta democrazia ci sia ancora nei partiti: quanti di coloro che ricoprono ruoli di responsabilità partitica ci sono arrivati a seguito di democratiche

elezioni? Se la democrazia è in affanno i partiti sono quantomeno decotti.

 Vittorio Gervasi

 

 

Risponde Lino Patruno direttore della Gazzetta del Mezzogiorno

Questa democrazia consiste nell’accettare democraticamente le imposizioni che vengono dall’alto.

 

fonte: La Gazzetta del Mezzogiorno, venerdi 2 aprile 2010, rubrica “lettere alla gazzetta”

DEMOCRAZIA TROPPO ALL’ITALIANA. Lettera alla Gazzetta del Mezzogiornoultima modifica: 2010-04-02T22:31:00+02:00da gervasi1
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in Lettere al direttore e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento